Vai al contenuto principale

Tesi e Laurea

 

Consulta il calendario didattico per conoscere le sessioni di laurea.

 

La prova finale consiste in una tesi scritta, elaborata dallo studente in modo originale dal punto di vista scientifico e dotata di rilevanza dal punto di vista dell'oggetto prescelto. Il lavoro avviene sotto la guida di un relatore, su temi collegati alle discipline oggetto di studio della laurea magistrale-specialistica- vecchio ordinamento e viene discusso davanti ad una commissione.

Esempio di frontespizio

Il relatore può essere un docente ufficiale del corso di studio, titolare o a contratto, dell'insegnamento della disciplina della tesi di laurea oppure un professore o ricercatore afferente alla Scuola di Management ed Economia ed appartenente al settore scientifico disciplinare della disciplina scelta per la tesi di laurea.

In caso di professore a contratto (titolare di insegnamento) la disciplina di laurea deve essere quella attribuita dal contratto.

I titolari di attività integrative (esercitatori, tutor), non possono essere relatori di tesi.

Il relatore può individuare e assegnare un correlatore interno, professore o ricercatore universitario. Inoltre, è possibile assegnare anche un secondo correlatore (non docente universitario).

La disciplina della tesi di laurea deve essere individuata tra quelle di cui lo studente ha acquisito i CFU superando l'esame nella laurea magistrale, tale disciplina deve essere presente nel proprio carico didattico. Tali discipline afferiscono ad un settore scientifico disciplinare.

Il Tirocinio non può essere considerato disciplina di laurea, l'attività svolta durante tale esperienza può essere argomento su cui sviluppare la tesi e deve essere ricondotto ad una disciplina (insegnamento) presente nel proprio piano di studio.

Per poter essere ammesso alla Prova finale lo studente dovrà presentare domanda attraverso la procedura on line, entro le scadenze previste per ogni sessione di laurea, accedendo alla MyuniTO.

Consulta il calendario delle scadenze

Si consiglia di presentare la domanda di laurea solo nel momento in cui si siano sostenuti e superati, anche se non ancora registrati, non meno di 88 CFU per essere sicuri di potersi laureare nella sessione ed evitare così di dover fare rinuncia e ripresentare nuovamente la domanda per la sessione successiva.

Consulta la guida che spiega passo per passo come compilare la domanda.

Ricordiamo che a fine procedura verrà richiesto l'inserimento dei seguenti moduli:

  • modulo ricevuta domanda di conseguimento titolo
  • modulo titolo tesi firmato dal relatore
  • ricevuta AlmaLaurea

L'inserimento dei moduli sopracitati dovrà essere fatto entro la scadenza della domanda di laurea

Inoltre è obbligatorio allegare la ricevuta dell'avvenuto upload della tesi.
La scadenza per allegare la ricevuta è da ritenersi il giorno successivo a quello previsto per la scadenza dell'upload.

Nel caso si verificasse la necessità di rinunciare alla sessione di laurea per cui si è presentata domanda on line, è necessario:
  • comunicare tale rinuncia compilando il modulo relativo (da compilare anche nel caso in cui lo studente annulli la domanda attraverso la procedura on line);
  • inviare il modulo tramite il servizio di Help Desk.
La non comunicazione della rinuncia, comporterà l'impossibilità di presentare domanda di laurea nella sessione successiva.
 
Ricordarsi di ripresentare nuovamente la domanda per la sessione successiva.

L'Ateneo ha attivato il servizio "Tesi on line" che ti consente, in modo rapido e facile, di consegnare on line la tua tesi.

Puoi accedere al servizio e consultare tutte le informazioni utili al caricamento della tesi attraverso la sezione dedicata sul Portale d'Ateneo.

Consulta il calendario delle scadenze per conoscere i termini entro i quali effettuare l'upload della tesi.

Le Commissioni per il conferimento del titolo sono formate da non meno di 7 e non più di 11 componenti, compreso il Presidente, e sono nominate dal Direttore del Dipartimento o, su sua delega, dai responsabili delle strutture didattiche. Sono presiedute dal professore ordinario più anziano in ruolo e la maggioranza dei componenti deve essere costituita da professori ufficiali.

Le Commissioni dispongono di centodieci punti; qualora il voto finale sia centodieci, può essere concessa all'unanimità la lode, la menzione o la dignità di stampa.

La media base può essere variata - in più o in meno - dalla commissione, avendo riguardo al contenuto dell'elaborato e al risultato della discussione. In nessun caso possono essere attribuite maggiorazioni di punteggio, rispetto alla media base, maggiori di 12/110.

Per proporre più di 8 punti di aumento o per attribuire la menzione o la dignità di stampa della tesi occorre il giudizio di un correlatore che sia professore o ricercatore, appartenente ad un SSD diverso da quello del relatore .
In tal caso, la tesi può avere anche un secondo correlatore (non docente universitario).

La designazione dei correlatori avviene su indicazione del relatore.

Ultimo aggiornamento: 11/02/2021 09:51
Non cliccare qui!